L’edicola che non c’è più di Olga Pastore

0
47

Questa foto è stata scattata da via Girolamo Santacroce a Napoli. Stamattina c’era un po’ di foschia però io per la prima volta ci passavo portando con me la reflex.
Risalendo la nota via (ci abitano parenti ed una delle mie migliori amiche Raffaella) la prima cosa che ho notato è stata la scomparsa di un’edicola di un giornalaio storico. I miei compagni di liceo la ricorderanno e poco più su, il manifesto funerario di S.C., lui il giornalaio, il proprietario dell’edicola scomparsa.
Quel giornalaio ha rappresentato, per la mia generazione residente in zona, un pezzo di adolescenza.
Ce lo ricordiamo tutti salire e scendere le vie bloccate dal traffico su e giù nei pressi della sua edicola, tutte le sacrosante mattine, con qualsiasi tempo andava vendendo i quotidiani nelle auto alla gente ferma nel traffico.
Era poco udente, urlava quando parlava, si muoveva come un esagitato da nord a sud tra via Girolamo Santacroce e salita Arenella e via Salvator Rosa, in un’epoca in cui tutti leggevamo i quotidiani, internet non esisteva e su quei pezzi di carta c’era tutto quello che accadeva sul globo terrestre.
Lui correva come un matto, sfidando i millesimi di secondo dei semafori e gli ingorghi a croce unicinata alla De Crescenzo.
Se n’è andata per sempre una persona mezzo uomo mezzo distributore di notizie.
So che chi come me se lo ricorda, è rimasto dispiaciuto da questa notizia.
Lui era un pezzo vintage di questa via di Napoli…
Olga 9 Febbraio 2020
Foto scattata con Canon EOS 4000D

Guarda il post su Facebook, clicca qui

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here