Marc Riboud – Il Pittore della Tour Eiffel

0
53

Marc Riboud (Saint-Genis-Laval, 24 giugno 1923 – Parigi, 30 agosto 2016) è stato un fotografo e fotoreporter francese, divenuto famoso per aver fotografato alcuni operai mentre lavoravano sulla Tour Eiffel totalmente privi di ogni dispositivo di sicurezza: l’unico strumento su cui potevano contare era la loro mano. Gli operai sembravano totalmente a loro agio e incuranti del pericolo, nella foto sembra quasi si stiano divertendo a fare i giocolieri di fronte alla macchina fotografica.

È il 1953 e dopo aver lasciato Lione, Riboud arriva a Parigi. Comincia a muovere i primi passi nella capitale francese assieme alla sua Leica e a un solo rullo. Scatta le sue prime foto mentre passeggia nei pressi della Tour Eiffel. Dal basso, Marc vede alcuni operai acrobati impegnati a ridipingere le travi d’acciaio. Così, prende subito la scala a chiocciola e dopo un’ora di camminata raggiunge i lavoratori. Armato solo con un 50 mm, senza grandangoli o tele, Riboud non può che cercare di catturare il momento giusto giocando con le geometrie offerte dalla torre: probabilmente essere vincolato da un solo obiettivo è stata la sua fortuna. Comincia a scattare e un po’ per la sua timidezza e per paura di disturbare gli operai, Marc non chiede il permesso e procedere con gli scatti.

Nello stesso anno, Henri Cartier-Bresson e Robert Capa vedono le foto scattate da Marc Riboud e lo invitano a fare parte di Magnum Photo. Lo scatto, intitolato “Il Pittore della Tour Eiffel”, è stato successivamente pubblicato sulla rivista Life e ancora oggi viene considerato come una delle immagini parigine per eccellenza.Per scattare belle foto non serve necessariamente girare con mille obiettivi e mille reflex: poca attrezzatura, leggeri e liberi nei movimenti possono essere fattori importanti per la realizzazione di una grande foto. Impariamo da Marc Riboud.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here